stelle

Donald Trump blocca Chrissy Teigen su Twitter

Anonim

Successivo "vittima" dopo Stephen King

Uno gli è abituato dai più giovani tra le stelle e le stelline: lì si discute prima e poi si bloccano e si seguono nei social network - con grande divertimento degli osservatori. Il fatto che i capi di governo siano coinvolti nella guerriglia della rete, d'altra parte, è un nuovo fenomeno. Ma con Donald Trump (71) il blocco di Twitter apparentemente appartiene alla strategia dei media. Martedì scorso, il presidente degli Stati Uniti ha bandito la migliore star dal suo account Twitter dopo il best-seller dell'autore Stephen King. Questa volta ha incontrato la modella Chrissie Teigen.

Era la trentunenne stessa che condivideva con orgoglio le notizie tramite screenshot con il mondo. E ha anche immediatamente rivelato la ragione: un commento senza dubbio sgradevole su un tweet è stato il Presidente degli Stati Uniti apparentemente troppo di una cosa buona. Sulla denuncia di Trump che stava sperimentando troppo poco sostegno anche dai deputati repubblicani, Teigen aveva replicato sorrisetto: "Lolllll, a nessuno piaci!" Dopo nove anni di "odio" che era probabilmente "la goccia che fa traboccare il barile", ipotizzò il modello.

Impasti briscola Trump per anni

Infatti, Chrissy Teigen aveva cercato per qualche tempo come un cosiddetto troll sull'account Twitter di Trump. A febbraio, quando il presidente degli Stati Uniti ha scritto in connessione con il suo fallito ingresso per le persone di diversi paesi musulmani che hanno dovuto "tenere il male fuori dal paese", ha chiesto Teigen come controcorrente, per quanto tempo lei Trump il taxi Uber per il Dovrebbe partire per l'ordine. Il "People Magazine" ha scavato martedì anche un post in cui gli impasti già distribuiti nel 2011, anni prima della candidatura presidenziale di Trump, contro l'allora reality star.

A giugno, Trump aveva bloccato l'autore Stephen King (69, "It"). Anche lui era uno degli ostinati sostenitori di Twitter del presidente degli Stati Uniti. A marzo aveva strombazzato Trump sul servizio di messaggi brevi con un racconto appositamente scritto. Anche King ha preso l'insolita misura con umorismo - più precisamente, con un forte pizzico di sarcasmo: "Bloccato! Sono bandito in un deserto di briscola!", Ha scritto.